Lo spirito del blog - La vita: commedia o tragedia?

Questione di inquadrature. La commedia è la vita in campo lungo e la tragedia la vita in primo piano. Se inquadri da lontano un uomo che cammina per strada e scivola su una buccia di banana, è divertente. Ma se ti avvicini, non è più divertente perchè si vede il dolore... Per comprendere la mia vita e quella altrui mi sforzo di osservare sempre attraverso la doppia inquadratura... Così quando prendi qualcosa troppo sul serio riesci magari anche a riderne e a conservare il buon umore... E invece quando prendi qualcosa troppo poco sul serio scopri che devi fermarti e comprenderla...

PS. Potete ricevere gli aggiornamenti direttamente al vostro indirizzo di posta elettronica, iscrivendovi al link a fianco.

mercoledì 23 aprile 2008

Dall'isola all'arcipelago

Questo blog vuole essere un arcipelago e grazie a tutti voi, anonimi e non, lo è già.
L' Arcipelago 2.0. Non si trova sulle carte, ma è reale.

video

7 commenti:

il cacciatore ha detto...

Caro Prof, bella l'idea dell'arcipelago rispetto all'isola per sottolineare l'importanza dei legami , anche se sono subacquei e non visibili; penso che il concetto si possa anche esprimere , in modo più evidente, con il confronto tra un mosaico ed un arazzo. Nell'arazzo il capolavoro che ci si presenta dipende dal complicato e vivace intreccio dei fili (ognuno fa la sua parte e non può mancare), nel mosaico ogni tessera è a se stante, indifferente e sostituibile senza danneggiare il risultato, ma un arazzo ...è un'altra cosa!.

Anonimo ha detto...

Nessuno vorrà essere veramente un'isola, anche se a volte si preferirebbe stare soli; il problema reale spesso è: come creare un arcipelago? con chi?
durerà?
Laura

Prof 2.0 ha detto...

Per Cacciatore: hai proprio ragione, l'immagine dell'arazzo è perfetta, legami che si intrecciano e creano un magnifico disegno che loro non scorgono nell'immediato, dando ciascuno il proprio apporto... Arazzo, Arcipelago: legami 2.0. Grazie!

Per Laura: l'arcipelago è fatto di legami autentici. Amici, genitori, parenti, amori... tutti quelli che scegliamo e ci scelgono. Che ne dici?

Serenella ha detto...

Ciao a Prof e co. Oggi è una splendida giornata e merita una riflessione. L'arcipelago è un'immagine ampia e rassicurante e permette di vedere oltre l'orizzonte. La forza e il valore delle relazioni restituisce pienezza alle singole vite. Ed è per questo che, secondo me, acne l'immagine del mosaico racchiude il segreto di queta magia: ogni tessera splende già di luce propria ma solo insieme alle altre costruisce un tappeto figurativo compiuto, come solo un patto solidale piò stabilire e garantire. E per collegarci ai tempi moderni, migliaia di pixel compongono la sequenza di immagini che riceviamo dallo schermo e la rete di informazioni che ci scambiamo e condividiamo, attraverso questo arcipelago contemporaneo. Bello navigaer... Come a dire, una volta e per sempre, un filo di Arianna ci ha tutti unito.

Prof 2.0 ha detto...

L'isola Serenella non poteva mancare nell'Arcipelago 2.0. E si nota subito il tocco artistico nella difesa ad oltranza del mosaico prima maltrattato... e persino del Pixel! La rete di isole e di idee e di cuori si allarga...

Anonimo ha detto...

Ci sono dei giorni in cui ci si sente proprio delle I-SOLE...

Thelostsister

Prof 2.0 ha detto...

In genere sono i giorni di vacanza come questo... Ma anche se ci "si sente" i-sole non si smette di "essere" parte dell'arcipelago...