Lo spirito del blog - La vita: commedia o tragedia?

Questione di inquadrature. La commedia è la vita in campo lungo e la tragedia la vita in primo piano. Se inquadri da lontano un uomo che cammina per strada e scivola su una buccia di banana, è divertente. Ma se ti avvicini, non è più divertente perchè si vede il dolore... Per comprendere la mia vita e quella altrui mi sforzo di osservare sempre attraverso la doppia inquadratura... Così quando prendi qualcosa troppo sul serio riesci magari anche a riderne e a conservare il buon umore... E invece quando prendi qualcosa troppo poco sul serio scopri che devi fermarti e comprenderla...

PS. Potete ricevere gli aggiornamenti direttamente al vostro indirizzo di posta elettronica, iscrivendovi al link a fianco.

martedì 13 maggio 2008

Le persone non sono maschere

Palmipedone si è rivelato un ex-alunno.
I prof sono portati dal loro mestiere a "incasellare" gli alunni, a dare loro una maschera. Per poterli giudicare devono farli "entrare" nel palcoscenico della loro testa e dar loro una parte precisa (apatico, studioso, distratto, furbo...). Risolverli come un problema matematico, invece di accettarli e conoscerli nella loro complessità di persone. Ma i prof hanno un mestiere da compiere, che a volte prevale sulla meraviglia che quel mondo in miniatura, che è la classe, dovrebbe e potrebbe suscitare.
E tutti sappiamo quanto è difficile riammorbidire la maschera di cartapesta appioppata ad una persona (tanto il prof mi mette sempre lo stesso voto! si lamentano...). Il dialogo con Palmipedone ha mostrato alcuni aspetti della sua persona che erano sfuggiti. Anche se a Prof 2.0 bisogna dare atto che:

a) Palmipedone (per fortuna!) è cresciuto e non è lo stesso di qualche anno fa (e trovarselo "titanicamente" palmipedone è stato divertente)
b) Alla fine si è giunti ad un reciproco svelamento in linea con il passato ma molto più ricco di allora

Ci sono alunni che aiutano i prof a imparare da loro (grazie Palmipedone!). Ci sono prof disposti (anche se a fatica) a mettersi in gioco. Ma dell'una e dell'altra categoria è dato raramente di vedere esemplari a Shit City...

PS. Quante persone spesso incaselliamo troppo presto, rendendoci quasi impossibile accettarle e precludendoci la meraviglia di conoscerle davvero. Forse è il momento di fare una lista e riscoprire qualcuno dietro la maschera che gli abbiamo attribuito...
Prof 2.0 pensa al suo miglior amico, incontrato (quando ancora non lo conosceva) centinaia di volte nei corridoi dell'università e sempre evitato (ma guarda quello!), per poi ritrovarselo accanto il giorno di un esame di dottorato, all'inizio di un viaggio che dura tutt'ora (meno male che ci sei!).

22 commenti:

Anonimo ha detto...

L'etichettatura dell'altro avviene quando si sfugge la relazione personale vera. "Persona" non viene da "prosopon" che vuol dire "maschera"?

Palmipedone ha detto...

È una verità della vita che l'istruzione di una persona comincia solo quando diventa un maestro: che tutto ciò che è importante per essere un maestro si impara dal proprio allievo.

Prof 2.0 ha detto...

Per anonimo: sì prosopon (maschera in greco) è diventato persona in latino (ciò attraverso cui risuona la voce: per-sonare, suonare attraverso). La filosofia cristiana si è poi impossessata di questo termine per dare un significato tutto nuovo: l'uomo come spirito incarnato, lo spirito risuona nel corpo e fa risuonare il corpo in un tutt'uno. è bella questa storia, sembra che noi tutte le volte che smettiamo di essere persone o di aver a che fare con persone, regrediamo a personaggi o facciamo regredire gli altri a personaggi. Dalla persona tutta intera, alla maschera che è in origine...

Per Palmipedone: non sono d'accordo.

Palmipedone ha detto...

Lo dice Obi-Wan Kenobi, comunque.

Lucy in the sky.

Prof 2.0 ha detto...

Mai sopportato Oby...

Palmipedone ha detto...

Un po' troppo indottrinato, è vero. A volte fare il tuo dovere non è fare la cosa giusta.

Prof 2.0 ha detto...

Prima del dovere sempre le persone.

Palmipedone ha detto...

Prima delle persone la cosa giusta.

Prof 2.0 ha detto...

La cosa giusta nella situazione concreta.

Palmipedone ha detto...

Ma senza presunzione. La presunzione di fare qualcosa nel nome della giustizia può essere devastante.

Prof 2.0 ha detto...

Sono d'accordo con te, infatti ho scritto "la cosa giusta nella situazione concreta": solo la situazione reale può fare emergere il giusto da fare.

Palmipedone ha detto...

Allora siamo d'accordo, e apriremo un bistrot. Lo chiameremo 'il professore e lo studente': lei sta alla cassa e io intrattengo la clientela.

Prof 2.0 ha detto...

Bene. Trova il posto e si comincia!

Palmipedone ha detto...

C'ho ripensato: meglio che stia io alla cassa. Con l'abilità di prof2.0 in matematica al posto di tre euro ci ritroviamo con tre milioni.

Prof 2.0 ha detto...

E non ci conviene?

Palmipedone ha detto...

Ci conviene, sì. Ma in realtà sono sempre tre euro: vivremmo di illusione.

Prof 2.0 ha detto...

sempre tre euro sono...

Palmipedone ha detto...

Togliamoci i veli di Maya.

Prof 2.0 ha detto...

Anche Schopenauer hai letto? Secondo me la tua dieta intellettuale è un po'parziale...

Palmipedone ha detto...

Io sono all'ingrasso.

Prof 2.0 ha detto...

Il titano è sempre all'ingrasso di sè stesso.

Palmipedone ha detto...

Sono d'accordo.