Lo spirito del blog - La vita: commedia o tragedia?

Questione di inquadrature. La commedia è la vita in campo lungo e la tragedia la vita in primo piano. Se inquadri da lontano un uomo che cammina per strada e scivola su una buccia di banana, è divertente. Ma se ti avvicini, non è più divertente perchè si vede il dolore... Per comprendere la mia vita e quella altrui mi sforzo di osservare sempre attraverso la doppia inquadratura... Così quando prendi qualcosa troppo sul serio riesci magari anche a riderne e a conservare il buon umore... E invece quando prendi qualcosa troppo poco sul serio scopri che devi fermarti e comprenderla...

PS. Potete ricevere gli aggiornamenti direttamente al vostro indirizzo di posta elettronica, iscrivendovi al link a fianco.

martedì 16 dicembre 2008

Pronomi

Ci sono momenti in cui per far memorizzare qualcosa ai propri alunni è necessario tornare alle elementari e far pronunciare in coro tutti i tipi di pronomi conosciuti, in modo che la cantilena di categorie e sottocategorie rimanga ben impressa nella loro mente. L'esperimento è accolto con divertimento, sino a trasformarsi in risate incontrollabili... Mi chiedo come mai. Sarà il ritorno ai banchi delle elementari, quando ripetevamo in coro numeri, tabelline, lettere e parole? Sarà la vicinanza delle vacanze che mettono allegria? Sarà la grammatica?

- Prof assomiglia alla professoressa Fullin!
- Non la conosco...
- Quella di Zelig! Le mandiamo un video!




Ogni tanto un po' di Zelig ci vuole anche a scuola. Soprattutto nell'ora di grammatica sui pronomi, purché serva a imparare meglio!
E chi l'ha detto che scuola fa rima con tristezza?
Fullin 2.0.

***
"Nutre la mente soltanto ciò che la rallegra"
Agostino, Confessioni

3 commenti:

NightOwl87 ha detto...

Ahahah, bello!
Ma preferisco la frase di Sant'Agostino! ;)

Vanda ha detto...

Se solo la frase di S.Agostino fosse impressa all'ingresso delle scuole!

Se posso suggerire io farei una bella lezione sugli aggettivi,così trascurati,ma così importanti e pieni di sfumature per descrivere al meglio !
Avevo fatto uno schema ai miei figli con tutti gli aggettivi ,per esempio per descrivere il viso e più dettagliatamente per descriverne le parti(un naso come può essere?)
Altrimenti si corre il rischio di usarne solo pochi e ignorare che tesoro possediamo nella lingua italiana!

Prof 2.0 ha detto...

NightOwl87 e Vanda: tutti i miei alunni imparano a memoria questa frase il primo giorno di scuola! Ma l'idea del cartello non è male!