Lo spirito del blog - La vita: commedia o tragedia?

Questione di inquadrature. La commedia è la vita in campo lungo e la tragedia la vita in primo piano. Se inquadri da lontano un uomo che cammina per strada e scivola su una buccia di banana, è divertente. Ma se ti avvicini, non è più divertente perchè si vede il dolore... Per comprendere la mia vita e quella altrui mi sforzo di osservare sempre attraverso la doppia inquadratura... Così quando prendi qualcosa troppo sul serio riesci magari anche a riderne e a conservare il buon umore... E invece quando prendi qualcosa troppo poco sul serio scopri che devi fermarti e comprenderla...

PS. Potete ricevere gli aggiornamenti direttamente al vostro indirizzo di posta elettronica, iscrivendovi al link a fianco.

giovedì 11 dicembre 2008

Non scrivete mai un romanzo:

Perderete i capelli o li farete crescere a dismisura.
Perderete il sonno per l'emozione di averlo finito, per l'emozione di rileggerlo, per l'emozione di correggerlo...
Perderete gli altri pensieri.
Vi sveglierete nel cuore della notte con un'idea nuova, un dialogo da migliorare, un'immagine da aggiungere. E dovrete mettere subito per iscritto quanto avete concepito nel sonno...
Penserete con la testa dei vostri personaggi anziché con la vostra, facendo figure irripetibili se il vostro protagonista ha 16 anni e si esprime in un certo modo.
Non farete altro che raccontarlo agli amici, perdendone almeno un paio.
Comincerete a chiamare con il nome dei personaggi i vostri amici, perdendone un altro paio.
E darete loro consigli su cose che riguardano i vostri personaggi e non loro.
Così perderete l'ultimo paio di amici che vi era rimasto.

10 commenti:

isabel ha detto...

Hai scritto un romanzo? Fantastico! Ci dici qualcosa di più?

Terry ha detto...

Sì, anche io sono molto curiosa!

Anonimo ha detto...

Il Prof ha perso tutti i capelli???? ahahahahah
;)
P.

Anonimo ha detto...

Ach! E ora come faccio! E in ogni caso non è vero che si inizia a parlare come i propri personaggi! Laverò questo affronto nel sangue, fellone!! Palla di Fuooocoooo!!!
:P

Baffo racconta ha detto...

Finalmente è finito, era ora,in bocca al lupo,
Papà

Anonimo ha detto...

non puoi gettare la palla per poi riprenderla:dicci qualcosa in più su questo libro!!!

Prof 2.0 ha detto...

Il romanzo parla della soluzione di un mistero ancora ad oggi insoluto: perché l'amore e il sangue hanno lo stesso colore...
Non posso dire altro, per adesso.

James ha detto...

E quanti se ne guadagnano, però, di amici?
P.S. Facci sapere appena sarà possibile acquistarlo

Prof 2.0 ha detto...

James: almeno una copia la vendo...

AleOli ha detto...

almeno una? Io vorrei non dico la seconda (c'è una lunga fila) ma... mi accodo a chi chiede! ...wow complimenti!