Lo spirito del blog - La vita: commedia o tragedia?

Questione di inquadrature. La commedia è la vita in campo lungo e la tragedia la vita in primo piano. Se inquadri da lontano un uomo che cammina per strada e scivola su una buccia di banana, è divertente. Ma se ti avvicini, non è più divertente perchè si vede il dolore... Per comprendere la mia vita e quella altrui mi sforzo di osservare sempre attraverso la doppia inquadratura... Così quando prendi qualcosa troppo sul serio riesci magari anche a riderne e a conservare il buon umore... E invece quando prendi qualcosa troppo poco sul serio scopri che devi fermarti e comprenderla...

PS. Potete ricevere gli aggiornamenti direttamente al vostro indirizzo di posta elettronica, iscrivendovi al link a fianco.

lunedì 13 ottobre 2008

Ai (miei alunni) timidi

Timidi sono gli occhiali scuri da cui guardi le luci del mondo.
Timido è l'ultimo banco.
Timidi sono i capelli sugli occhi.
Timide sono le parole con cui taci.
Timida è la tua porta chiusa.
Timido è il tuo passo svelto per non raggiungermi.
Timida è la tua voce che non mi guarda.
Timide sono le tue braccia chiuse perché il mondo non ti ferisca.
Timide sono le infinite righe che non vuoi leggere.
Timida è la tua grandezza.
Timidi sono i tuoi colori naturali.
Timida è la tua anima bianca, perché contiene tutti i colori.
Timida è la luna nuova all'ombra della terra, perché il sole non smette di baciarla.

Beati i timidi perché non andranno in televisione.

12 commenti:

bidibibodibibu ha detto...

... e speriamo che sia timida allora!!!

Anonimo ha detto...

Bellissimo prof... davvero bello, quando mi serve gliela frego!
oggi tema difficile!

a domani...

ANONIMO (se mai dovesse correggere anche il mio commento)

Prof 2.0 ha detto...

bidib...: speriamo soprattutto che non ne abbia paura.

anonimo: tutto quello che è in questo blog non solo può, ma deve essere rubato. Oggi tema all'altezza della vostre capacità!

Anonimo ha detto...

Grazie.

Me.

paola ha detto...

Leggo queste parole e ne accolgo il significato in silenzio.
Una timidissima ti ringrazia ;)

Anonimo ha detto...

In fondo anche gli estroversi sono timidi.

Prof 2.0 ha detto...

anonimo: prego. Me. Anzi io, perchè Me sei tu...

paola: prego!

anonimo: a volte può essere una forma di difesa...

Charles ha detto...

Caro Prof.

bellissima poesia.
Mentre la leggevo mi rivedevo.

Poi sono arrivato al finale...
... forse sarà l'eccezione ch econferma la reola, ma io penso che i timidi quando si debbano mettere in gioco, come in TV, abbiano più grinta dei disinibiti.

Semmai mi permeterei di affermare un'altra cosa: beati i timidi perchè non andranno in politica!

Charles ha detto...

Scusa gli errori.
E' la tastiera che si ribella ai miei comandi!

Prof 2.0 ha detto...

Charles: data l'ora in cui scrivi ti perdono... Quanto a TV e politica, per me al moemnto sono lo stesso teatrino... quindi: beati i timidi perché (a parte qualche eccezione) non andranno né in politica né in TV.

Anonimo ha detto...

prof io per combattere la timidezza (non sembra in classe ma le ASSICURO K SONO MOLTO TIMIDA) faccio appunto la ragazza k scherza ek nn se la prende mai e che è sempre d'accordo con tutti ma non sono me stessa .però ho paura: se sono me stessa e ferisco qualcuno? non so cosa fare

Prof 2.0 ha detto...

anonimo: in quello che scrivi c'è già la risposta. Proverò a riflettere su quello che mi hai scritto. A volte si tratta di perdere la paura di essere sè stessi: modellarsi sulle aspettative altrui è più semplice, ma alla lunga ci si stufa. non ti pare? Solo la verità rende veramente liberi, ma questo non significa diventare antipatici. Grazie per quello che hai scritto. Non so se ti ho risposto. Scriverò altro sul tema nei post futuri, perchè mi sembra un punto importante. Ma tu dammi una mano.